PSR 2014/2020. Operazione 22.1.01. Finanziamento a fondo perduto a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalle conseguenze dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Descrizione Bando

L’operazione intende attivare misure di sostegno dedicate ai settori agro-alimentari più colpiti dalla crisi economica derivata dall’invasione russa dell’Ucraina.

L’invasione russa dell’Ucraina ha colpito con un’intensità senza precedenti tutti i comparti produttivi a causa dell’aumento dei prezzi dei fattori di produzione.

In particolare, la liquidità aziendale degli agricoltori è stata messa in difficoltà da un rapido e significativo aumento dei prezzi dell’energia, dei concimi e dei mangimi. La presente operazione intende fornire un supporto immediato, eccezionale e temporaneo alle imprese agricole dei settori più colpiti, con l’obiettivo di affrontare i problemi di liquidità che mettono a rischio la continuità delle attività agricole.

Soggetti beneficiari

Possono partecipare al bando le imprese agricole che appartengono ai comparti produttivi suinicolo e bovino da latte in montagna con allevamenti in Lombardia.

Tipologia di interventi ammissibili

L’aiuto è concesso sotto forma di sovvenzione diretta come sostegno erogato sulla base di un importo forfettario da versare entro il 15 ottobre 2023 alle aziende agricole beneficiarie.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di euro 17.400.000,00.
Il bando prevede l’erogazione di un aiuto massimo di 15.000 euro per sostenere le imprese agricole maggiormente in difficoltà a seguito dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Data attivazione

16/12/2022

Scadenza

La domanda può essere presentata dal 16 dicembre 2022 entro e non oltre le ore 16:00 di martedì 31 gennaio 2023.