L.R. 1/2018. Finanziamento a tasso agevolato e finanziamento a fondo perduto a sostegno delle nuove iniziative imprenditoriali. Bando Myself Plus.

Descrizione Bando

Il bando intende promuovere lo sviluppo economico del territorio e l’occupazione fornendo un sostegno finanziario alle attività imprenditoriali e di lavoro autonomo di recente o prossima costituzione, con particolare riguardo a quelle promosse da donne, giovani, lavoratori espulsi dal mercato del lavoro e altre categorie di soggetti svantaggiati e/o con disabilità.

Soggetti beneficiari

Il bando è destinato al sostegno finanziario delle piccole e medie imprese aventi sede operativa nel territorio della Regione Umbria, già costituite o in via di costituzione, come di seguito specificato:

a) Imprese da costituire entro 90 giorni dalla comunicazione di accoglimento della domanda;

b) Imprese già costituite non prima del 1° gennaio 2022 nella forma di società commerciali, imprese individuali, lavoratori autonomi titolari di partita IVA, società tra professionisti iscritti ad albi professionali.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono finanziabili i progetti imprenditoriali rientranti nella produzione di beni, fornitura di servizi, commercio, anche in forma di franchising, artigianato.

La spesa complessiva deve essere destinata:

a. per almeno il 60% del totale ad investimenti;

b. per un massimo del 40% a spese correnti.

Sono rendicontabili come spese di investimento, di cui al punto a.:

a) macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa nuovi di fabbrica,

b) hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa, sito web e-commerce,

c) piccole opere murarie ed impianti fino ad un massimo del 20% della spesa complessiva per investimenti,

d) mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino funzionali e strumentali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale.

Sono rendicontabili come spese correnti, di cui al punto b. le spese sostenute per le finalità indicate:

a) redazione business plan ai fini della richiesta di accesso alle agevolazioni di cui al presente Avviso e consulenza finalizzata alla gestione del progetto d’impresa (oggetto della domanda di agevolazione) fino ad un massimo di euro 1.500,00;

b) consulenze specialistiche finalizzate alla costituzione e all’avvio d’impresa (es. a titolo esemplificativo: parcella notaio, oneri registrazione CCIAA);

c) locazione commerciale dell’immobile adibito a sede operativa aziendale, purché documentata da contratto di locazione registrato;

d) materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti inerenti il processo produttivo;

e) pubblicità;

f) utenze;

g) formazione professionale specialistica ovvero consulenze specialistiche (finalizzate alla formazione e arricchimento professionale del proponente e degli amministratori) fino ad un massimo di euro 3.000,00.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse stanziate ammontano ad euro 1.000.000,00.

Il bando prevede le seguenti forme di agevolazione:

a. finanziamento sotto forma di anticipazione a tasso zero a copertura del 75% della spesa complessiva risultante dal progetto d’impresa che deve essere compresa tra un minimo di 10.000,00 euro ed un massimo di 66.666,67 al netto di IVA ed oneri accessori;

b. contributo a fondo perduto fino al 20% della spesa complessiva ammissibile al netto di IVA concedibile ed erogabile a rendicontazione dell’intera spesa ammessa.

Per la parte di spesa non coperta dalle agevolazioni suddette, si richiede il cofinanziamento da parte dell’impresa, con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.

Il finanziamento di cui al punto a) è concesso ed erogato senza l’acquisizione di garanzie a tutela del rimborso e deve essere restituito in quote semestrali costanti senza interessi secondo un piano di ammortamento della durata massima di sette anni, oltre ad un anno di preammortamento secondo le seguenti fasce:

2.a) per le iniziative di autoimpiego e di lavoro autonomo, prestiti da un minimo di euro 7.500,00 ad un massimo di euro 25.000,00 a copertura del 75% delle spese ammissibili – al netto di IVA ed oneri accessori – comprese tra un minimo di 10.000,00 euro ed un massimo di 33.333,33 euro con un ammortamento della durata massima di 5 anni oltre ad un anno di preammortamento;

2.b) per le iniziative di autoimpiego e di lavoro autonomo, prestiti da un minimo di euro 25.001,00 ad un massimo di euro 50.000,00 a copertura del 75% delle spese ammissibili – al netto di IVA ed oneri accessori – comprese tra un minimo di 33.333,34 euro ed un massimo di 66.666,67 euro con un ammortamento della durata massima di 7 anni oltre ad un anno di preammortamento.

Data attivazione

21/11/2022

Scadenza

La compilazione della domanda di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuata a partire dalle ore 10:00 del 15/11/2022 e fino alle ore 12:00 del 31/01/2023. L’invio della domanda di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuato a partire dalle ore 10:00 del 21/11/2022 e fino alle ore 12:00 del 31/01/2023.