CCIAA DI REGGIO CALABRIA. FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO PARI AL 70% PER L’ACQUISIZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA O DI PRODOTTO.

DESCRIZIONE DEL BANDO 

La Camera di commercio di Reggio Calabria, con il presente bando, ha voluto accrescere e stimolare la propensione delle imprese reggine verso un modello di sviluppo produttivo green driven orientato alla qualità e alla sostenibilità.

L’adozione di sistemi di gestione energetica consente all’impresa di sostenere il passaggio dall’economia lineare a quella circolare, a bassa emissione di carbonio, in conformità con le strategie dell’Agenda 2030.
Processi produttivi che utilizzano meno energia, riducono le emissioni di inquinanti e aiutano a migliorare la qualità dell’aria a livello locale e globale, garantiscono un vantaggio competitivo duraturo alle imprese che li adottano.
Medesimo vantaggio competitivo deriva all’impresa dall’acquisizione di una certificazione di prodotto, in quanto favorisce la valorizzazione delle caratteristiche del prodotto, la promozione dell’immagine aziendale e l’affezione del cliente mediante la comunicazione della certificazione direttamente sul prodotto.

Soggetti beneficiari

Imprese con sede e/o unità operativa nella Città Metropolitana di Reggio Calabria; attive da almeno 2 anni per le Certificazioni energetiche.

Tipologia di interventi ammissibili

Intervento 1 – Diagnosi energetica

a) diagnosi energetiche redatte in conformità ai criteri indicati nel bando e comprovate dal rispetto della norma UNI CEI 16247, purché sostenute in data successiva alla data di presentazione della domanda di contributo e comunque non oltre i 2 mesi dalla comunicazione di concessione. La prestazione deve essere eseguita da Società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici, certificati da organismi accreditati.

Intervento 2 – Sistema di gestione ISO 50001 (UNI CEI EN ISO 50001:2018 Sistemi di gestione dell’energia)

Sono ammissibili al contributo le spese previste, le seguenti voci di costo relative a:

b) adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alla ISO 50001, rilasciate da un organismo terzo, indipendente e accreditato.
Il certificato di conformità dovrà essere rilasciato da un organismo terzo, indipendente e accreditato. Il suddetto certificato dovrà riguardare l’intera sede operativa e non essere circoscritto ad una sola filiera produttiva; inoltre, dovrà essere acquisito in data successiva alla data di presentazione della domanda di contributo e comunque non oltre i 2 mesi dalla comunicazione di concessione.
Le imprese obbligate iscritte negli elenchi pubblicati dalla CSEA – Cassa per i servizi Energetici e Ambientali potranno chiedere il contributo unicamente per l’adozione del sistema di gestione ISO 50001, escludendo dalle spese il costo sostenuto per la Diagnosi energetica.

Entità e forma dell’agevolazione

Il bando prevede uno stanziamento complessivo di € 56.830,00, di cui 20.000,00 euro destinati alle imprese del settore turistico.

Il contributo consiste in un apporto a fondo perduto erogato in un’unica soluzione a copertura del 70% delle spese ammissibili, al netto dell’iva, per la realizzazione di interventi finalizzati all’acquisizione della Certificazione energetica o di prodotto, con un:
– contributo massimo pari a € 1.400,00, oltre IVA, per la Certificazione di prodotto;
– contributo massimo di € 3.500,00, oltre IVA, per la Diagnosi energetica;
contributo massimo pari a € 5.600,00, oltre IVA, per l’acquisizione della Certificazione ISO 50001.