CCIAA DI VENEZIA-ROVIGO. BANDO VOUCHER DIGITALI I4.0. ANNO 2021. FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO FINO AL 70% PER SOSTENERE LA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE.

DESCRIZIONE DEL BANDO 

Nell’ambito del progetto “Punto Impresa Digitale” (PID) la Camera di commercio di Venezia Rovigo ha promosso la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori economici del territorio, per il sostegno a progetti focalizzati sull’introduzione delle nuove competenze e tecnologie digitali 4.0, anche finalizzate ad approcci green oriented.

Il Bando intende inoltre favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

Soggetti beneficiari

Micro, piccole e medie imprese aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio.

Tipologia di interventi ammissibili

Spese ammissibili:

a) servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal bando;

b) acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, solo se funzionali all’utilizzo delle tecnologie abilitanti di cui nel Bando.

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1/01/2021 fino al 31/12/2021.

 

Ai fini del presente Bando, per i servizi di consulenza e formazione, l’impresa dovrà avvalersi esclusivamente di uno o più fornitori tra i seguenti:

 

– Competence center di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;

– incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;

– FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter (http://fab.cba.mit.edu/about/charter/);

– centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0. (http://www.unioncamere.gov.it/P42A3764C3669S3692/elenco-dei-centridi-trasferimento-tecnologico-industria-4-0-certificati.htm);

– start-up innovative e PMI innovative;

– Innovation Manager iscritti nell’albo degli esperti tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e/o dall’elenco dei manager tenuto da Unioncamere (consultabile all’indirizzo web: http://www.unioncamere.gov.it/P42A0C4239S3692/elenco-dei-managerdell-innovazione.htm);

– “ulteriori fornitori” a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno quattro attività per servizi di consulenza/formazione alle imprese nell’ambito delle tecnologie di cui Elenco 1 del presente Bando. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.

Entità e forma dell’agevolazione

Risorse disponibili:  € 180.240,00

Valore del voucher: fino a € 6.000,00 (investimento minimo richiesto € 5.000,00). L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili. E’ prevista una premialità di € 250,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.