CCIAA DI VERONA. FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO PER SOSTENERE LA LIQUIDITÀ DELLE IMPRESE. ANNO 2021.

DESCRIZIONE DEL BANDO 

Il sostegno consiste in contributi per l’abbattimento del tasso di interesse applicato ai finanziamenti per operazioni di liquidità. È inoltre previsto un ulteriore contributo a copertura del costo della garanzia, compresi i costi di istruttoria.

Soggetti beneficiari

Per partecipare al bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve MPMI), per le quali il Confidi presenta domanda di contributo, devono avere sede legale e/o unità locali in provincia di Verona (nel caso in cui siano presenti nella provincia di Verona solo unità locali, non saranno prese in considerazione quelle non operative, concernenti depositi e magazzini);

Tipologia di interventi ammissibili

Possono beneficiare del contributo in conto abbattimento tassi di interesse le imprese che abbiano stipulato un contratto di finanziamento per operazioni di liquidità a partire dal 01 dicembre 2020.

Sono ammissibili esclusivamente i finanziamenti con un tasso applicato dall’intermediario finanziario nel limite massimo del 6%.

I finanziamenti agevolati dal contributo devono essere destinati ad operazioni di liquidità.

I finanziamenti saranno agevolati qualora abbiano un valore minimo pari ad euro 5.000,00 e fino ad un importo massimo di 200.000,00 euro, anche per contratti di importo superiore.

Entità e forma dell’agevolazione

Il bando prevede uno stanziamento di € 1.800.000,00.

L’intervento prevede l’assegnazione di un contributo in abbattimento del tasso di interesse, applicato al finanziamento agevolabile, fino al 4% e comunque nel limite massimo di € 15.000,00. Il finanziamento agevolabile dalla Camera di Commercio deve avere una durata minima di 12 mesi fino ad un massimo di 36 mesi (sono ammissibili anche contratti che prevedono un periodo di preammortamento come contrattualizzato con l’intermediario finanziario. Nel caso di eventuale periodo di preammortamento si terrà conto degli importi delle singole rate).

Alle imprese è riconosciuta, altresì, una copertura del 70% dei costi di garanzia, compresi i costi di istruttoria, fino ad un valore massimo di euro 3.000,00.

Qualora l’impresa richiedente risulti iscritta nell’elenco del “Rating di Legalità” verrà, inoltre, riconosciuta una premialità pari ad € 100,00.