Descrizione Bando

Lo scopo del bando è sostenere una compensazione finanziaria agli operatori del settore della pesca e dell’acquacoltura per il mancato guadagno e per i costi aggiuntivi sostenuti a causa della perturbazione del mercato dovuta alla guerra di aggressione della Russia nei confronti dell’Ucraina e ai suoi effetti sulla catena di approvvigionamento dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura.

Soggetti beneficiari

Sono ammissibili al finanziamento:

• le imprese armatrici di imbarcazioni da pesca;

• le imprese di acquacoltura.

 

Per accedere alla compensazione devono sussistere i seguenti requisiti di ammissibilità:

1. il richiedente deve essere armatore di almeno una imbarcazione da pesca;

2. il richiedente deve avere sede legale in uno dei comuni della regione Campania per le imprese di pesca;

3. il richiedente deve avere sede legale e/o operativa in uno dei comuni della regione Campania per le imprese acquicole;

4. il richiedente deve essere iscritto nel Registro delle Imprese di Pesca (R.I.P.);

5. il richiedente deve essere iscritto alla Camera di Commercio.

Tipologia di interventi ammissibili

È ammissibile alla compensazione:

• la compensazione finanziaria agli operatori del settore della pesca e dell’acquacoltura per il mancato guadagno e per i costi aggiuntivi sostenuti a causa della perturbazione del mercato dovuta alla guerra di aggressione della Russia nei confronti dell’Ucraina e ai suoi effetti sulla catena di approvvigionamento dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, per il periodo compreso tra il 24 febbraio ed il 31 dicembre 2022.

Si precisa che, nel caso delle imprese acquicole con impianti produttivi ubicati in più regioni, queste hanno facoltà di scegliere in quale Regione presentare istanza (sede legale e/o operativa). La scelta della Regione in cui presentare istanza per l’ottenimento della compensazione finanziaria per i costi aggiuntivi derivanti dall’emergenza Ucraina è vincolante; pertanto, non potrà essere modificata e non saranno prese in considerazione eventuali ulteriori domande successivamente presentate in altre regioni.

 

Requisiti di ammissibilità:

– per le imprese da pesca: non aver posto l’imbarcazione, per la quale si richiede la compensazione, in disarmo per tutto il periodo di eleggibilità della spesa ed in particolare per tutto il periodo temporale compreso tra il 24 febbraio ed il 31 dicembre 2022;

– per le imprese acquicole: essere state attive nel periodo di eleggibilità della spesa ed in particolare per il periodo temporale compreso tra il 24 febbraio ed il 31 dicembre 2022.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari ad euro 5.133.255,00

Scadenza

Le istanze potranno essere presentate fino alle ore 16.00 del giorno 08 maggio 2023