CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 70% PER INVESTIMENTI NEI CENTRI STORICI DEI COMUNI PIU’ COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 20-29 MAGGIO 2012.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO

L’ obiettivo del bando è quello di agevolare i territori colpiti dal sisma attraverso un complessivo ridisegno dei luoghi e delle traiettorie di sviluppo, di processi di insediamento, riqualificazione e ammodernamento di attività d’impresa, professionali e no profit al fine: di favorire il ripopolamento e la rivitalizzazione delle aree dei centri storici e delle frazioni e/o di altre aree dei Comuni dell’Emilia-Romagna più colpiti dagli eventi sismici accaduti nel maggio del 2012; di preservare il senso di comunità e promuovere il ritorno a normali condizioni di vita sociale ed economica attraverso la realizzazione di interventi orientati alla sostenibilità economica, ambientale e sociale in linea con quanto previsto dall’Agenda 2030 dell’ONU.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del sostegno:

– le imprese individuali;

– le società di persone;

– società di capitali;

– cooperative

– Consorzi e/o le società consortili;

– i liberi professionisti ordinistici;

– le Associazioni professionali o Studi associati di professionisti;

– le Società tra professionisti;

– le Società di professionisti o di ingegneria;

– le Società tra avvocati;

– gli studi associati di liberi professionisti;

– le Associazioni No profit;

– le Fondazioni no profit;

– gli enti no profit.

TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibil che devono essere pertinenti e funzionali all’esercizio dell’attività, sono le seguenti:

a) spese per opere edili, murarie e impiantistiche strettamente collegate al progetto. Tale spesa è riconosciuta nella misura massima di € 8.000 per i progetti presentati dai liberi professionisti;

b) acquisto di arredi. Tale spesa è riconosciuta nella misura massima di € 6.000 per i progetti presentati dai liberi professionisti;

c) acquisto di impianti strettamente connessi all’esercizio dell’attività, di beni strumentali e di attrezzature;

d) acquisto di hardware, software, licenze per l’utilizzo di software, servizi di cloud computing;

e) spese per la realizzazione di siti internet ed e-commerce;

f) spese per l’acquisto e installazione di impianti per la ricarica di mezzi elettrici ad uso gratuito da parte dell’utenza che accede al centro storico, alla frazione e/o all’area ammissibile;

g) spese per l’acquisto di mezzi di trasporto diversi da quelli identificabili come beni mobili iscritti in pubblici registri ai sensi dell’articolo 815 del codice civile (mezzi targati), quali ad esempio: biciclette, biciclette a pedalata assistita, cargo bike, ecc;

h) spese promozionali correlate all’investimento o all’attività nella misura massima del 15% della somma delle voci precedenti;

i) acquisizioni di servizi di consulenza specializzata per la realizzazione del progetto, compresi i costi per la progettazione, direzione lavori e collaudo relativi alle opere edili, murarie e impiantistiche nonché i costi per la presentazione della domanda di contributo alla Regione nel limite massimo del 10% della somma delle voci precedenti.

ENTITA’ E FORMA DELL’ AGEVOLAZIONE

Le risorse disponibili per finanziare i progetti presentati ai sensi del presente bando sono pari a complessivi € 35.000.000.

Parte delle suddette risorse, per un importo complessivo massimo pari a € 5.000.000, è destinata al finanziamento degli interventi localizzati nei centri storici e/o nelle frazioni e/o in altre aree dei Comuni con popolazione pari o superiore a 30.000 abitanti, secondo i seguenti importi massimi:

– € 1.500.000,00 sono destinati al finanziamento degli interventi da realizzare nel centro storico, nelle frazioni e/o in altre aree del Comune di Carpi;

– € 1.500.000,00 sono destinati al finanziamento degli interventi da realizzare nel centro storico, nelle frazioni e/o in altre aree del Comune di Cento;

– € 2.000.000,00 sono destinati al finanziamento degli interventi da realizzare nel centro storico, nelle frazioni e/o in altre aree del Comune di Ferrara.

Finestre Comune di Carpi Comune di Cento Comune di Ferrara Tutti gli altri comuni Totale
1°Finestra € 650.000 € 650.000 € 850.000 € 12.850.000 15.000.000
2° e 3° Finestra € 850.000 € 850.000 € 1.150.000 € 17.150.000 20.000.000
TOTALE € 1.500.000 € 1.500.000 € 2.000.000 30.000.000 35.000.000

I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione di investimento non inferiore a € 10.000 esclusa IVA.

A fronte della realizzazione degli investimenti agevolabili ai sensi del bando è riconosciuto un contributo a fondo perduto nella misura pari al 70% delle spese ritenute ammissibili.

La misura del contributo è incrementata del 10% in uno dei casi di seguito indicati:

– qualora l’attività di impresa e/o professionale e/o no proft del richiedente sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile;

Il contributo complessivo concedibile non potrà comunque superare l’importo massimo di € 150.000.

SCADENZA

Le domande di contributo dovranno essere presentate all’interno delle finestre e delle scadenze di seguito indicate:

– 1° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 1° marzo 2019 alle ore 13.00 del giorno 28 giugno 2019;

– 2° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 13 settembre 2019 alle ore 13.00 del giorno 29 novembre 2019;

– 3° FINESTRA: dalle ore 10.00 del giorno 1 giugno 2020 alle ore 13.00 del giorno 30 giugno 2020;