CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 70% PER PROMUOVERE LA SICUREZZA DEI CANTIERI E LA CULTURA DELLA RESPONSABILITA’ SOCIALE DELLE IMPRESE.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO 

La Regione Liguria, in attuazione della L.R. 31/07, concede contributi per favorire l’adozione da parte delle imprese del settore dell’edilizia e dell’impiantistica di metodologie e sistemi finalizzati a migliorare e garantire la sicurezza dei cantieri, in accordo con norme nazionali, internazionali e comunitarie, e promuovere la cultura della responsabilità sociale delle imprese e l’adozione di codici etici da parte delle stesse.

SOGGETTI BENEFICIARI 
Possono accedere ai contributi le piccole imprese che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

iscrizione presso la CCIAA ed attività svolta classificata nella sezione F (Costruzioni) del codice ATECO 2007 (imprese operanti nel settore edile ed impiantistico);
almeno un’unità locale (ufficio, magazzino, ecc.) ubicata nel territorio della Regione Liguria, regolarmente iscritta alla CCIAA e nella piena disponibilità dell’impresa;
numero di dipendenti in termini di U.L.A. non inferiore a 3 unità.
TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI 
Possono essere presentate domande di contributo per i seguenti interventi:

percorsi socialmente responsabili e/o sostenibili secondo norme e linee guida in materia, modelli di rendicontazione, quali il bilancio sociale e di sostenibilità, adozione di sistemi di gestione della responsabilità sociale conformi agli standard di processi, quali AA1000, ISO 26000, specifici di settore e comunque riconosciuti, con conseguimento della relativa certificazione e mantenimento della stessa per i primi 24 mesi a decorrere dal rilascio senza periodo di sospensione;
acquisto di specifico software gestionale (e della relativa licenza) o di servizi on-line per monitorare ed incrementare il livello di sicurezza all’interno dei cantieri.
Per gli interventi di cui al precedente punto sono ammesse a contributo le spese relative a:

formazione del personale interno, relativa alla conoscenza del modello di rendicontazione di riferimento, alle procedure da adottare e/o allo sviluppo e stesura del modello di bilancio sociale/sostenibilità, posizionamento rispetto a linee guida, adozione di sistemi di gestione della responsabilità sociale conformi alle norme sulle certificazioni;
consulenze esterne qualificate, nel limite massimo del 15% della spesa ammissibile complessiva, a supporto dei percorsi finalizzati all’adozione di bilanci sociali/sostenibilità, posizionamento rispetto a linee guida, sistemi della gestione della responsabilità sociale conformi alle norme sulle certificazioni;
rilascio, per la prima volta, delle certificazioni del sistema di gestione della responsabilità sociale e alla verifica del relativo mantenimento della conformità trascorsi i primi 24 mesi (certificazione mantenuta valida, senza periodi di sospensione);
acquisto di specifico software gestionale (e della relativa licenza) o di servizi on-line (per un periodo non inferiore a 3 anni) per monitorare ed incrementare il livello di sicurezza all’interno dei cantieri.
ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE 
Per gli interventi, sia per singola tipologia di interventi o per entrambe le tipologie l’incentivo regionale consiste in un contributo in conto capitale pari al 70% del totale delle spese ammissibili, oneri fiscali e previdenziali esclusi.

Il contributo totale non può comunque superare l’importo massimo di 7.000,00 euro per impresa.

Le domande devono essere presentate a decorrere dal 04 febbraio 2013 fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

SCADENZA

FINO AD ESAURIMENTO FONDI