CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER PROGETTI INTEGRATI DI SVILUPPO IN FASE DI RICAMBIO GENERAZIONALE.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO 

E’ stato approvato, in attuazione del progetto “Ricambio generazionale” , l’Avviso pubblico che prevede la concessione di contributi e agevolazioni per progetti integrati di sviluppo delle PMI in fase di ricambio generazionale, finanziato con risorse regionali e con risorse del Programma Operativo Regionale FSE Marche 2007/2013.

L’Avviso finanzia piani di sviluppo finalizzati a garantire la continuità delle imprese in transizione generazionale attraverso operazioni di trasferimento della proprietà e della conduzione aziendale sia verso eredi/successori/dipendenti sia verso acquirenti esterni.

Dotazione finanziaria: € 1.059.593,50

SOGGETTI BENEFICIARI 
I beneficiari dell’Avviso sono micro, piccole e medie imprese industriali, artigiane e di servizi alla produzione, con sede legale e operativa nella Regione Marche, che all’atto della presentazione della domanda risultino avere l’imprenditore che cede la titolarità dell’impresa che ha compiuto 65 anni di età; l’attività economica rientrante nelle attività identificate dai codici ATECO 2007 sezione B, C, D ed E; essere disponibili ad assumere per il periodo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 24 mesi un Manager Temporaneo e a sostenere parte dei costi.

TIPOLOGIA DI INVESTIMENTI AMMISSIBILI 
Ogni piano di sviluppo deve articolarsi in una o più delle seguenti misure, di cui solo la prima è obbligatoria ai fini dell’ammissibilità:

1. Assunzione a tempo determinato, per minimo 12 mesi, di un Manager temporaneo;
2. Attività di formazione di eredi/successori attraverso voucher formativi;
3. Investimenti materiali e/o immateriali funzionali all’attuazione del piano di sviluppo;
4. Servizi di consulenza specialistica funzionali all’attuazione del piano di sviluppo;
5. Sostegno finanziario all’operazione di trasferimento.
ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE 
L’entità del contributo è diverso a seconda della tipologia di investimento prescelto. In ogni caso non potrà superare l’80% delle spese ammissibili .

Rettificato il bando “Ricambio generazionale, che prevede la concessione di contributi per la realizzazione di progetti integrati di sviluppo delle PMI in fase di ricambio generazionale, in conseguenza di modifiche normative intervenute a livello comunitario (nuovo Regolamento de minimis), di mutamenti nell’assetto organizzativo regionale avvenuto agli inizi del 2014, nonché dell’esigenza di avviare una capillare attività di informazione e promozione dell’Avviso sul territorio regionale, in collaborazione con le Camere di Commercio.

Per tutte le suddette motivazioni si è reso necessario spostare al 31 marzo 2014, a partire dalle ore 9,30, l’apertura dello sportello per la presentazione dei progetti integrati di sviluppo delle PMI in fase di ricambio generazionale.

SCADENZA 

FINO AD ESAURIMENTO FONDI