CCIAA di Caserta. Bando Voucher Prevenzione Crisi d’Impresa. Finanziamento a fondo perduto per la gestione dei rischi aziendali e l’accesso al credito. Edizione 2022

Descrizione Bando

Con l’iniziativa “Bando Voucher Prevenzione Crisi d’ Impresa”, sono proposti 2 ambiti di intervento che rispondono ai seguenti obiettivi tra loro complementari:
● sviluppare le capacità di gestione dei rischi aziendali, in special modo quello finanziario;
● sostenere le imprese facilitando l’accesso al credito.
Il presente bando rientra tra le iniziative finanziate dall’aumento del 20% del diritto annuale nell’ambito del progetto “Prevenzione crisi d’impresa e supporto finanziario”.

Soggetti beneficiari

Sono ammesse ai benefici del presente bando le imprese operanti in tutti i settori economici, che posseggano, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

a. siano MPMI;
b. abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Caserta;
c. siano iscritte nel Registro delle Imprese e risultino “attive” al momento della presentazione della domanda (denuncia di inizio attività registrata nel R.E.A.);

Tipologia di interventi ammissibili

Con il presente Bando si intendono finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher), gli interventi nei seguenti ambiti:

● AMBITO 1 -:
acquisto di beni e servizi per lo sviluppo di competenze finanziarie finalizzate alla prevenzione delle crisi d’impresa, con particolare riferimento ad interventi di formazione e all’introduzione di software e hardware per la pianificazione e il controllo di gestione, la previsione dei flussi finanziari, la gestione dei rischi, specie di quelli a carattere finanziario, l’autoanalisi del merito creditizio.   Sono escluse dal voucher le attività di consulenza.
● AMBITO 2 – :
abbattimento del tasso d’interesse sui finanziamenti finalizzati a favorire gli investimenti produttivi e la liquidità necessaria per la gestione aziendale nella fase di ripresa e ripartenza.
Relativamente all’ambito di intervento 1, sono ammissibili le spese relative a:
● Acquisto servizi di formazione;
● Acquisto di beni e servizi strumentali;
● Canoni, licenze d’uso, noleggio attrezzature.
Relativamente all’ambito di intervento 2 sono ammissibili, ai fini dell’ottenimento del contributo di cui al presente bando, unicamente i finanziamenti aventi, cumulativamente, le seguenti caratteristiche:
● durata fino a 10 anni;
● concessi a seguito di contratti stipulati dalla data del 01/02/2020 e non oltre la data del 30/11/2022;
● causale del finanziamento riferita ad esigenza di liquidità conseguente all’emergenza da COVID19; consolidamento delle passività a breve (ivi compresa la ristrutturazione, a seguito dell’emergenza Covid 2019, dei mutui già in essere); investimenti produttivi.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a euro 105.000,00.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.
L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili.
Il voucher avrà un importo unitario massimo che non potrà comunque superare euro 1.500,00. 
L’entità dell’abbattimento del costo di ciascun finanziamento viene determinata in una misura fino a 3 (tre) punti percentuali del tasso di interesse effettivo corrisposto dalle micro, piccole e medie imprese, con un contributo massimo di 2.000,00 euro per ciascuna impresa richiedente, su finanziamenti concessi a seguito di contratti stipulati dal 01/02/2020 fino al 30/11/2022.

Scadenza

Le domande possono essere presentate fino alle ore 12:00 del 09/12/2022.