MITE. Finanziamento a fondo perduto a ristoro degli oneri versati sul consumo di energia rinnovabile in impianti di elettrolisi per la produzione di idrogeno verde.

Descrizione Bando

Il presente decreto individua i casi e le condizioni tecniche al ricorrere dei quali il consumo di energia elettrica da fonti rinnovabili in impianti di elettrolisi per la produzione di idrogeno verde accede alle agevolazioni indicate successivamente.

Soggetti beneficiari

Accedono alle agevolazioni i soggetti, pubblici o privati, in relazione ai consumi annui di energia elettrica da fonti rinnovabili utilizzata per la produzione di idrogeno verde.

Tipologia di interventi ammissibili

Le agevolazioni si applicano all’energia elettrica da fonti rinnovabili utilizzata per alimentare impianti di produzione di idrogeno verde, ossia l’idrogeno che soddisfa il requisito di riduzione delle emissioni di gas serra nel ciclo di vita del 73,4% rispetto a un combustibile fossile di riferimento di 94 g CO2e/MJ ovvero l’idrogeno che comporta meno di 3 tCO2eq/tH2. L’idrogeno di cui al primo periodo è prodotto mediante processo elettrolitico a partire da fonti di energia rinnovabile e/o dall’energia elettrica di rete.

Gli impianti di produzione di idrogeno verde soddisfano i seguenti requisiti:

a) sono collegati agli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili attraverso una rete con obbligo di connessione di terzi. In tal caso, l’energia elettrica fornita agli elettrolizzatori è munita di garanzie di origine rinnovabile;

b) utilizzano energia elettrica prodotta da impianti a fonte rinnovabile direttamente connessi all’elettrolizzatore.

 

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, sono altresì rispettate le seguenti condizioni:

a) l’energia elettrica da fonti rinnovabili rispetta quanto previsto nel decreto;

b) il calcolo e la verifica del requisito di riduzione delle emissioni sono effettuati con riferimento a quanto previsto dall’Unione Europea o, in alternativa, secondo le norme ISO 14067:2018 o ISO 14064-1:2018, considerando la media annuale dei contributi apportati da:

1) l’energia elettrica prelevata dalla rete, alla quale si attribuisce un fattore emissivo nel ciclo di vita pari al valore medio annuale dei consumi elettrici su base nazionale dell’anno precedente;

2) l’energia elettrica prelevata dalla rete con garanzia di origine rinnovabile, il cui fattore emissivo è considerato nullo;

3) l’energia elettrica rinnovabile con collegamento diretto all’impianto, il cui fattore emissivo è considerato nullo.

Entità e forma dell’agevolazione

L’energia elettrica rinnovabile impiegata in impianti di elettrolisi per la produzione di idrogeno verde che rispettano le condizioni indicate sopra non è assoggettata al pagamento della quota variabile degli oneri generali afferenti al sistema elettrico.

L’agevolazione è riconosciuta a consuntivo a titolo di ristoro degli oneri versati.

Scadenza  :  In fase di attivazione