FAMI. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 90% PER PROGETTI TRANSAZIONALI IN MATERIA DI ASILO E IMMIGRAZIONE.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO 

Il FAMI mira a sostenere le azioni per contribuire alla gestione efficiente dei flussi migratori e attuazione, rafforzamento e sviluppo di un approccio comune dell’Unione in materia di asilo e immigrazione.

SOGGETTI BENEFICIARI 
Il bando è aperto a persone giuridiche stabilite negli Stati UE.

Più precisamente, possono presentare domanda:

– Enti pubblici (per progetti riguardanti tutti i temi);
– Enti privati non-profit (escluso progetti riguardanti il tema 7);
– Organizzazioni internazionali (escluso progetti riguardanti i temi 5 e 7).

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI 
I progetti ammissibili al bando sono orientati a:

1. Promuovere l’integrazione delle persone bisognose di protezione attraverso programmi di sponsorizzazione privata;

2. Orientamento sociale dei cittadini di Paesi terzi appena arrivati attraverso il coinvolgimento delle comunità locali, comprese attività di mentoring e di volontariato;

3. Integrazione sociale ed economica delle donne migranti;

4. Campagne di informazione e sensibilizzazione sui rischi della migrazione irregolare in determinati Paesi terzi e in Europa;

5. Sostegno alle vittime della tratta;

6. Protezione dei minori migranti;

7. Progetti transnazionali ad opera degli Stati membri per la formazione di esperti nel settore dell’asilo e dell’immigrazione.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE 
Il contributo a fondo perduto per i progetti selezionati potrà coprire fino al 90% dei loro costi totali ammissibili, ma la sovvenzione richiesta deve essere compresa tra:

– € 400.000 e € 1.000.000 per i progetti relativi ai temi 1, 2, 3
– € 300.000 e € 1.000.000 per i progetti relativi al tema 4
– € 300.000 e € 600.000 per i progetti relativi ai temi 5 e 6
– € 300.000 e € 400.000 per i progetti relativi al tema 7

SCADENZA 
30 gennaio 2020