Finanziamento a fondo perduto fino al 60% a favore di operatori economici del settore dell’agricoltura per il contrasto della diffusione del COVID -19 e per la promozione della competitività del sistema trentino.

Descrizione completa del bando

Il contributo straordinario ha come obiettivo:

  • implementare misure di sicurezza sul luogo di lavoro e garantire il contenimento della diffusione del COVID -19;
  •  promuovere e sviluppare la digitalizzazione del settore agricolo trentino

Soggetti beneficiari

Imprese agricole singole e società costituite per la conduzione di imprese agricole, attive anche nel settore della pesca e dell’acquacoltura, nonché imprese che svolgono attività agrituristica.

Tipologia di interventi ammissibili

Spese sostenute o che verranno sostenute a partire dal 31 gennaio 2020 per gli investimenti realizzati in Provincia di Trento, funzionali alla tua impresa agricola operante nella Provincia.

Nello specifico, le spese ammissibili sono per:

  • acquisto, noleggio, affitto di attrezzature, impianti e tutto quanto necessario alla realizzazione di progetti di riorganizzazione aziendale per la sicurezza sul luogo di lavoro e nei confronti dell’accessibilità al pubblico, compresa la realizzazione di iniziative strutturali, idonee a garantire il contenimento della diffusione del COVID -19, escluso il materiale di consumo (a titolo esemplificativo: mascherine, gel sanificanti, guanti usa e getta, ecc);

 

  • realizzazione di progetti di digitalizzazione della tua impresa, volti in particolare alla creazione di nuove piattaforme digitali per lo sviluppo del commercio on line, alla fornitura di servizi in remoto, allo sviluppo di servizi per la fornitura di beni a domicilio;

 

  • azioni di riconversione digitale e produttiva, compresi gli interventi necessari alla promozione del lavoro agile, di ricerca e di sviluppo anche in materia di COVID -19.

Entità e forma dell’agevolazione

il contributo è calcolato nella misura del 60% sulla spesa che può essere ammissibile a finanziamento.

La spesa minima ammissibile a finanziamento è di 5 mila euro (iva esclusa), che dovrai rispettare anche al momento della richiesta di liquidazione finale.

La spesa massima ammissibile a finanziamento è di 20 mila euro (iva esclusa).

I contributi sono concessi da parte del Servizio Agricoltura, secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda e a seguito dello svolgimento degli adempimenti necessari.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate a partire dal 7 novembre 2020 fino al 16 novembre 2020.