GAL Colline Salernitane. Tipologia 16.9.1 az B. Finanziamento a fondo perduto fino all’80% per la diversificazione delle attività agricole attraverso progetti di agricoltura sociale, educazione alimentare e ambientale.

Descrizione Bando

Il bando mira a sostenere la diversificazione delle imprese agricole anche nel “sociale” fornendo adeguati strumenti per la realizzazione di partenariati pubblico privati finalizzati all’erogazione di servizi alla collettività. Le funzioni produttive, ambientali, strutturali dell’agricoltura possono rappresentare gli ambiti per lo sviluppo e il sostegno per progetti di diversificazione aziendale in attività educative e didattiche, ricreative, di recupero ed integrazione sociale, di miglioramento della qualità della vita, di inserimento lavorativo, di ospitalità e cura, rivolti ai soggetti appartenenti a fasce deboli, ai giovani in cerca di prima occupazione, all’infanzia e ad altri soggetti della collettività, al fine di soddisfare, al contempo, la diversificazione aziendale, il bisogno di protezione sociale, la costituzione di reti.

Il bando supporta interventi nei seguenti ambiti:

– agricoltura sociale;

– educazione alimentare;

– educazione ambientale;

 

La tipologia d’intervento si applica nel territorio di competenza del GAL Colline Salernitane ovvero nei Comuni di: Acerno, Castiglione del Genovesi, Giffoni Sei Casali, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Pugliano, Montecorvino Rovella, Olevano sul Tusciano, San Cipriano Picentino e San Mango Piemonte, della provincia di Salerno

Soggetti beneficiari

Il soggetto beneficiario è il partenariato, costituito al fine di realizzare un’operazione afferente agli interventi descritti. Il partenariato deve essere costituito da imprese agricole, anche sotto forma di reti di imprese, cooperative agricole, consorzi, e altri soggetti pubblici e privati interessati: fattorie sociali, associazioni, organizzazioni professionali e sindacali, fondazioni, enti pubblici, organismi di consulenza, soggetti del terzo settore, ed altri soggetti riconosciuti funzionali allo svolgimento del progetto (fattorie didattiche e agriturismi). Il partenariato è in forma di Associazione Temporanea di Scopo (ATS), è rappresentato dal Capofila:

 il partenariato deve essere costituito da almeno due soggetti di cui uno è una impresa agricola, singola e/o associata con sede operativa in regione Campania ed iscrizione alla CCIAA con codice ATECO 01;

– almeno un’impresa agricola del partenariato non deve aver già compiuto percorsi di diversificazione nell’ambito sociale, didattico, agrituristico;

 gli altri soggetti del partenariato afferiscono ad una delle seguenti categorie: fattorie sociali, associazioni, organizzazioni professionali e sindacali, fondazioni, reti di imprese, enti pubblici (ASL, scuole, Enti di Ricerca, Enti Parco, Comunità Montane e Comuni del Territorio del GAL Colline Salernitane), organismi di consulenza, soggetti del terzo settore ed altri soggetti funzionali allo svolgimento del progetto (fattorie didattiche, agriturismi);

 l’altro è afferente ad una delle seguenti categorie: fattorie sociali, associazioni, organizzazioni professionali e sindacali, fondazioni, reti di imprese, enti pubblici, organismi di consulenza, soggetti del terzo settore, ed altri soggetti funzionali allo svolgimento del progetto

– ciascun soggetto del partenariato deve possedere i requisiti e rispondere agli obblighi propri della categoria di appartenenza (es. iscrizione alla Agenzia delle Entrate, iscrizione al registro della CCIAA, codice Ateco, iscrizione ad eventuali altri registri/albi regionali e/o nazionali), nonché agli altri obblighi di natura previdenziale, assistenziale, assicurativa; inoltre l’attività proposta deve essere riscontrabile nello statuto del soggetto proponente (es. inclusione lavorativa di soggetti deboli).

Il sostegno può essere concesso unicamente a soggetti di nuova costituzione o che intraprendono una nuova attività. La forma di Partenariato è l’Associazione Temporanea di Scopo che può essere già costituita o costituenda.

Tipologia di interventi ammissibili

L’intervento è distinto in Azione A e in Azione B. Il partenariato che applica per l’azione A può concorrere, in bandi successivi, all’azione B.

Lo stesso partenariato non può presentare più di una domanda nell’ambito del presente bando.

Nell’ambito del presente bando viene attivata unicamente l’azione B.

 

Descrizione dell’azione B: Sostiene la costituzione del partenariato, il suo funzionamento e l’attuazione del progetto, quale la diversificazione delle attività agricole negli ambiti dell’agricoltura sociale, anche con riferimento ad attività di integrazione sociale rivolta a portatori di disabilità, dell’educazione alimentare e ambientale, anche attraverso l’attuazione di idee innovative o di nuovi modelli organizzativi negli ambiti oggetto dell’intervento. Sostiene, pertanto, i costi di realizzazione del progetto operativo di diversificazione aziendale nelle aree tematiche prescelte. La durata massima è di tre anni.

 

SPESE AMMISSIBILI

• gli studi preliminari, di fattibilità, indagini di marketing, progettazione dell’intervento;

• la costituzione, funzionamento e gestione del partenariato compreso il costo di coordinamento del progetto;

• l’attività di animazione sui territori;

• l’esercizio della cooperazione, tra cui le spese amministrative e legali, le spese per il personale coinvolto (in relazione ai servizi erogati nel progetto), le missioni, il materiale didattico/informativo o promozionale, le spese generali fino ad un massimo del 5% del costo totale ammesso;

• l’acquisizione di servizi a supporto delle iniziative previste;

• l’acquisto di materiale di consumo per lo svolgimento delle attività del progetto, le attrezzature nuove.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione complessiva è pari a € 302.176,80.

Per l’esecuzione delle attività del progetto il costo totale massimo è di euro 60.000,0. L’aliquota di sostegno è pari all’80% della spesa ammessa.

Data attivazione

01/09/2022

Scadenza

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è stato prorogato al 30 novembre 2022 (ore 15.00)