PSR 2014/2022. Intervento 4.1.3. Finanziamento a fondo perduto per la gestione della risorsa idrica da parte delle aziende agricole.

Descrizione Bando

Il bando sostiene gli investimenti di ammodernamento/riconversione dei sistemi irrigui nelle aziende orticole localizzate nell’area a rischio desertificazione ricompresa nei distretti irrigui CR 1-2-3-4 del Consorzio di Bonifica “Ionio Crotonese” al fine di migliorare l’uso efficiente dell’acqua e la sostenibilità delle produzioni.

Soggetti beneficiari

Imprenditori agricoli, singoli o associati.

L’impresa agricola deve appartenere al comparto orticolo e deve essere regolarmente iscritta nell’apposita sezione della CCIAA competente.

Tipologia di interventi ammissibili

I costi ammissibili si riferiscono ad investimenti in impianti di irrigazione esclusivamente al servizio di colture orticole ed in dettaglio per:

a) modalità alternative di approvvigionamento idrico, con conseguente risparmio di risorsa irrigua attraverso l’installazione unicamente di sistemi localizzati a basso volume;

b) razionalizzare l’uso della risorsa irrigua ed il conseguente risparmio della stessa, attraverso: raccolta e stoccaggio delle acque piovane (tetti-serre etc) escluse le acque di scolo dei terreni, rispristino elementi strutturali per miglioramento efficienza e funzionalità e sicurezza dei sistemi, recupero e trattamento acque reflue aziendali, reti aziendali per la distribuzione e l’utilizzazione dell’acqua, ivi inclusi gli impianti di irrigazione e miglioramento degli esistenti, sistemi per la misurazione, il controllo, il telecontrollo e l’automazione;

c) acquisizione di hardware finalizzati all’adozione di tecnologie dell’informazione e comunicazione (TIC) strettamente connessi alla gestione della risorsa idrica utilizzata per fini irrigui;

d) acquisizione di programmi informatici finalizzati all’adozione di tecnologie dell’informazione e comunicazione (TIC) strettamente connessi alla gestione efficiente ed al risparmio della risorsa idrica utilizzata per fini irrigui.

e) spese generali collegate agli investimenti: onorari per professionisti e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi gli studi di fattibilità. Le spese generali, inclusi gli studi di fattibilità, sono ammesse entro il limite del 9% della spesa totale ammissibile dell’intervento agevolato.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di €. 2.000.000,00.

Sono ammessi investimenti complessivi fino a max euro 100.000,00.

L’entità del sostegno è pari al:

a) 70% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da agricoltori nelle zone montane e svantaggiate mentre, per i comuni montani, resta ferma la delimitazione già in uso per il PSR Calabria 2014-2020;

b) 50% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da agricoltori nelle altre zone. L’aliquota per gli investimenti di cui alla lett. b) potrà essere aumentata al 70% del costo dell’investimento ammissibile nei seguenti casi: o investimenti realizzati da giovani agricoltori che si sono insediati durante i cinque anni precedenti la domanda di sostegno; o gli investimenti collegati ad operazioni di cui alle misure 10 o 11 del PSR.

Tale condizione, per come dichiarata, sarà comunque verificata attraverso la consultazione delle banche dati regionali dei soggetti beneficiari del PSR Calabria.

Scadenza

12/12/2022