MISE. Contratti di sviluppo. Settore automotive. Finanziamento a tasso agevolato e contributo a fondo perduto per accordi per l’innovazione nella filiera del settore automotive.

Descrizione Bando

Sono stati definiti i termini e le modalità di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni e delle domande di agevolazione sugli Accordi per l’innovazione nella filiera del settore automotive.
Lo stanziamento di 225 milioni di euro è diretto al sostegno di:
1) progetti di ricerca e sviluppo, coerenti con le finalità indicate nel decreto direttoriale, oggetto di domande di agevolazione già presentate sul primo sportello agevolativo e non ammesse alla fase istruttoria per carenza di risorse;
2) nuovi progetti di ricerca e sviluppo, coerenti anch’essi con le finalità indicate nel decreto.

Soggetti beneficiari

I progetti di ricerca e sviluppo devono avere le seguenti caratteristiche:
a) essere realizzati dai soggetti che esercitano:   1) un’attività industriale diretta alla produzione di beni o di servizi; 2) un’attività di trasporto per terra, per acqua o per aria; ivi comprese le imprese artigiane.
b) le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
c) le imprese che esercitano le attività ausiliarie a quelle indicate in precedenza;
d) i Centri di ricerca.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli Accordi devono essere diretti al sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di rilevante impatto tecnologico, in grado di favorire percorsi di innovazione finalizzati all’insediamento, alla riconversione e alla riqualificazione verso forme produttive innovative e sostenibili, al fine di favorire la transizione verde, la ricerca e gli investimenti nella filiera del settore automotive.
I progetti devono prevedere attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzate allo sviluppo e alla produzione di:
1) nuovi veicoli nonché sistemi di alimentazione e propulsione che aumentino l’efficienza del veicolo minimizzando le emissioni nel rispetto di quanto previsto dal regolamento (UE);
2) tecnologie, materiali, architetture e componenti strutturali funzionali all’alleggerimento dei veicoli nonché dei sistemi di trasporto per la mobilità urbana;
3) nuovi sistemi, componenti meccanici, elettrici, elettronici e software per la gestione delle funzioni principali del veicolo, propulsione, lighting, dinamica laterale e longitudinale, abitacolo;
4) nuovi sistemi, componenti meccanici elettrici, elettronici e software per sistemi avanzati per l’assistenza alla guida (ADAS), la connettività del veicolo (V2V e V2I), la gestione di dati, l’interazione uomo veicolo (HMI) e l’infotainment;
5) sistemi infrastrutturali per il rifornimento e la ricarica dei veicoli.

Entità e forma dell’agevolazione

Lo stanziamento di 225.000.000,00 euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo diretto alla spesa e, eventualmente, del finanziamento agevolato.

Scadenza

Il soggetto proponente un progetto di ricerca e sviluppo rispondente alle caratteristiche previste dal decreto oggetto di una domanda di agevolazione già presentata sul primo sportello agevolativo il cui iter agevolativo è rimasto sospeso per carenza di risorse finanziarie, può presentare una apposita istanza per l’accesso alle risorse finanziarie entro e non oltre il 27 ottobre 2022.
Il soggetto proponente un nuovo progetto di ricerca e sviluppo può presentare, invece, la domanda di agevolazione a partire dal 29 novembre 2022.
La procedura di compilazione della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione allegata è resa disponibile a partire dal 22 novembre 2022.