MISE. ZFU SISMA CENTRO ITALIA. AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTRIBUTIVE PER LE IMPRESE ED I LAVORATORI AUTONOMI LOCALIZZATI NEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI CHE SI SONO SUSSEGUITI DAL 24 AGOSTO 2016.

DESCRIZIONE DEL BANDO 

Il bando disciplina l’apertura di un nuovo bando, per il 2021, finalizzato alla concessione delle agevolazioni in favore:

 

i. delle iniziative economiche già avviate nella zona franca urbana alla data del 31 dicembre 2019 e già beneficiarie, nell’ambito dei precedenti bandi emanati dal Ministero;

ii. delle nuove iniziative economiche avviate nella zona franca urbana in data successiva al 18 luglio 2019 e fino al 31 dicembre 2020.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle nuove agevolazioni le seguenti categorie di soggetti:

 

a) le imprese e i titolari di reddito di lavoro autonomo, regolarmente costituiti e attivi alla data del 31 dicembre 2019, già beneficiari delle agevolazioni nell’ambito dei precedenti bandi emanati dal Ministero;

b) le imprese e i professionisti, di qualsiasi dimensione che, all’interno della zona franca urbana, hanno avviato una nuova iniziativa economica in data successiva al 18 luglio 2019 e fino al 31 dicembre 2020.

 

Sono esclusi dalle agevolazioni i soggetti che:

 

i. svolgono, alla data di presentazione dell’istanza un’attività appartenente alla categoria “F” della codifica ATECO 2007, come risultante dal certificato camerale e che non avevano la sede legale e/o la sede operativa all’interno della zona franca urbana alla data del 24 agosto 2016.

 

Entità e forma dell’agevolazione

Per la concessione delle agevolazioni nella zona franca urbana sono complessivamente disponibili euro 90.200.000,00.

Le agevolazioni concedibili sono rappresentate dalle esenzioni fiscali e contributive.

Ciascun soggetto può beneficiare delle agevolazioni fino al limite massimo di euro 200.000,00, ovvero:

 

a) nel caso di soggetti attivi nel settore del trasporto di merci su strada per conto terzi, di euro 100.000,00;

b) nel caso di soggetti attivi nel settore agricolo, di euro 25.000,00.