PR FESR 2021/2027. Nuovo Fondo Piccolo Credito (NFPC) – ENERGIA. Finanziamento a tasso agevolato per sostenere investimenti finalizzati al risparmio e al miglioramento dell’efficienza energetica.

Descrizione Bando

Il Nuovo Fondo Piccolo Credito (NFPC) ha l’obiettivo di fornire risposta alle Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI) con esigenze finanziarie di minore importo, minimizzando costi e tempi e semplificando le procedure d’istruttoria e di erogazione.

In particolare, l’Avviso NFPC – ENERGIA sostiene gli investimenti finalizzati al risparmio e al miglioramento dell’efficienza energetica al fine di contrastare il caro-bollette e incentivare una produzione ad alta efficienza energetica e a basso impatto ambientale.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda:

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI)
  • Consorzi e le Reti di Imprese aventi soggettività giuridica
  • Liberi Professionisti

Alla data di presentazione della domanda devono essere in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:

  • rientrare nei requisiti dimensionali di MPMI (anche nel caso di Liberi Professionisti o Consorzi e Reti con soggettività giuridica)
  • avere gli ultimi due bilanci chiusi depositati (per i Liberi Professionisti le ultime due dichiarazioni dei redditi),
  • avere o intendere aprire, al massimo entro la data di sottoscrizione del contratto di finanziamento, una sede operativa nel Lazio (in tale sede si deve svolgere l’attività imprenditoriale destinata al prestito)
  • avere un’esposizione complessiva limitata a 100.000 euro nei confronti del sistema bancario sui crediti per cassa a scadenza.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili all’agevolazione gli investimenti da realizzare presso la sede operativa localizzata nel Lazio che rientrino tra le seguenti tipologie:

– investimenti finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica e/o ridurre i consumi energetici nei processi produttivi;

– investimenti finalizzati a migliorare l’efficienza energetica della sede Operativa e/o ridurre i consumi energetici, come ad esempio:

  • sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica e illuminazione
  • interventi finalizzati all’efficienza energetica dell’immobile in cui è localizzata la sede Operativa;
  • sostituzione di sistemi a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;
  • sistemi di domotica per il monitoraggio dei consumi ed il risparmio energetico.

– impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Sono ammissibili le spese necessarie per la realizzazione degli interventi quali:

  • spese per investimenti materiali e immateriali, quali acquisto e installazione di impianti, attrezzature, componenti e strumenti necessari alla realizzazione dell’intervento;
  • spese accessorie, nel limite del 10% del valore totale del Progetto, per servizi di consulenza, spese di progettazione tecnica degli investimenti;
  • capitale circolante relativo ai costi dei consumi energetici, nel limite del 30% delle spese ammissibili complessive.

Entità e forma dell’agevolazione

L’agevolazione consiste in un finanziamento con le seguenti caratteristiche:

  • importo: minimo 10.000 euro, massimo 50.000 euro
  • durata: 60 mesi con preammortamento di 12 mesi
  • tasso di interesse: zero
  • rimborso: a rata mensile costante posticipata

Il costo totale del Progetto non deve essere inferiore a 10.000 euro.

Il finanziamento agevolato può coprire fino al 100% del Progetto (sono quindi ammissibili progetti di importo superiore a 50.000 euro, nel qual caso il finanziamento coprirà meno del 100% del Progetto).

Data attivazione

20/12/2022

Scadenza

Domande dal 20 dicembre 2022 fino ad esaurimento delle risorse disponibili.