OCM Vino. Misura Investimenti. Finanziamento a fondo perduto per la maggiore competitività delle imprese vitivinicole. Campagna 2022/2023.

Descrizione Bando

Il bando finanzia i progetti di investimenti materiali o immateriali, impianti di trasformazione e commercializzazione del vino diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa vitivinicola, con l’obiettivo di adeguare la struttura dell’azienda alla domanda di mercato e di conseguire una maggiore competitività nel settore del vino.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda i soggetti rientranti in almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, e/o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione.
  • la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori qualora la domanda sia rivolta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.

Il sostegno è rivolto alle seguenti categorie di beneficiari :  le micro, le piccole e medie imprese;   le imprese cui non si applica la suindicata definizione e che in ogni caso occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo non supera i 200 milioni di euro.

Non rientrano nella categoria dei beneficiari del premio per gli investimenti, i soggetti che realizzano esclusivamente attività di commercializzazione del vino (enoteche, punti vendita, ecc.).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi esclusivamente investimenti nell’ambito dei vini DOP/IGP e vini varietali, quindi, sono esclusi dalla Misura investimenti acquisti di attrezzature finalizzate alla produzione e/o commercializzazione di vini comuni da tavola o vini sfusi. Di conseguenza, sono esclusi i soggetti che effettuano esclusivamente la produzione e/o la vendita di vini sfusi.       Gli Investimenti si dividono in investimenti aziendali ed investimenti extra aziendali. Sono aziendali quelli che si effettuano nella sede dell’azienda vitivinicola (sede legale e operativa dell’Impresa), mentre sono extra aziendali quelli che si effettuano al di fuori dell’area in cui ricade l’azienda.
Spese ammissibili:
INTERVENTI AZIENDALI (Spesa massima fino ad € 80.000)

A.1- ACQUISTO DI NUOVE MACCHINE E/O ATTREZZATURE DI CANTINA:

  • per la lavorazione delle uve;
  • per la fermentazione, vinificazione;
  • per la lavorazione/affinamento del vino;
  • per lo stoccaggio, la miscelazione e/o l’invecchiamento del vino;
  • per il confezionamento (imbottigliamento, etichettatura, imballaggio, ecc.);
  • per il trattamento acque reflue della cantina: impianto di depurazione biologico dei reflui di cantina ed eventuale riutilizzo a scopo irriguo e compostaggio dei fanghi di depurazione, sistemi di lavaggio automatici con recupero parziale delle soluzioni di lavaggio per ridurre il consumo di acqua e detergenti;
  • attrezzature e/o apparecchiature di laboratorio per il controllo della qualità dei vini;
  • sistemi di recupero delle frigorie e delle calorie mediante scambiatori di calore;
  • attrezzature per la gestione informatica della cantina (es.: SW per il controllo della qualità e tracciabilità, dei processi di vinificazione, ecc., computer e stampanti connessi a detti SW);
  • sistema di monitoraggio di precisione dei consumi energetici per evidenziare i processi maggiormente energivori ed ottimizzarne la gestione;
  • spese generali.

INTERVENTI EXTRA AZIENDALI (fino ad una spesa max di € 150.000,00)

C.1- ALLESTIMENTO DI PUNTI VENDITA Extra aziendali
C.2- ALLESTIMENTO DI SALE DI DEGUSTAZIONE extra aziendali
C.3- DOTAZIONI UTILI PER L’UFFICIO Extra aziendali
C.4- CREAZIONE E AGGIORNAMENTO DI SITI INTERNET DEDICATI ALL’E-COMMERCE compreso PC, stampante, SW di gestione.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie assegnate per la Misura Investimenti ammontano ad euro 1.825.360,00.
L’importo del contributo delle azioni da realizzare è pari massimo al 50% dell’importo totale della spesa approvata e rendicontata.

I progetti possono essere ammessi a finanziamento per un importo progettuale (spesa) minimo di euro 20.000,00, mentre l’importo progettuale massimo è pari:

  • per gli investimenti aziendali € 80.000,00;
  • per quelli extra aziendali € 150.000,00

Gli investimenti aziendali relativi a macchine e attrezzature e quelli extra aziendali si possono cumulare per un massimale di spesa di euro 150.000,00. La spesa massima ammissibile per progetto aziendale, per le aziende che producono un numero di bottiglie compreso tra 10.000 e 11.999, è pari ad € 30.000,00.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 31 ottobre 2022.