PO FEAMP 2014/2020. MISURA 1.40. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 100% PER LA PROTEZIONE E IL RIPRISTINO DELLA BIODIVERSITA’ E DEGLI ECOSISTEMI MARINI.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO

L’obiettivo del programmma è proteggere e ripristinare la biodiversità e gli ecosistemi marini mediante la realizzazione di strutture a protezione di ecosistemi sensibili e, insieme, promuovere il miglioramento della gestione degli stock ittici, dando priorità al ripristino ed alla costruzione di protezioni.

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono destinatari e beneficiari del bando:

  • I pescatori;
  • Gli armatori di imbarcazioni da pesca iscritti nel Registro delle imprese di pesca;
  • I consigli consultivi;
  • Le organizzazioni di pescatori riconosciute dallo Stato Membro;
  • Gli organismi non governativi in partenariato con organizzazioni di pescatori o in partenariato con FLAG;
  • Gli organismi scientifici o tecnici di diritto pubblico.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ritenuti ammissibili i seguenti interventi:

  •  raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare (attrezzi da pesca perduti e dei rifiuti marini);
  •  costruzione, installazione o ammodernamento di elementi fissi o mobili destinati a proteggere e potenziare la fauna e la flora marine, comprese la loro preparazione e valutazione scientifiche;
  •  contributo a una migliore gestione o conservazione delle risorse biologiche marine;
  •  preparazione, compresi studi, elaborazione, monitoraggio e aggiornamento di piani di protezione e di gestione per attività connesse alla pesca in relazione a siti NATURA 2000 e a zone soggette a misure di protezione speciale;
  •  gestione, ripristino e monitoraggio dei siti NATURA 2000;
  •  gestione, ripristino e monitoraggio delle zone marine protette;
  • che coinvolgano i pescatori nella protezione e nel ripristino della biodiversità marina;
  •  partecipazione ad altre azioni volte a mantenere e favorire la biodiversità e i servizi ecosistemici.

ENTITA’ E FORMA DELL’ AGEVOLAZIONE

La misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 100% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari.

SCADENZA

2 dicembre 2019