PO FESR 2014/2020. AZIONE 23.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER IL SOSTEGNO ALL’INNOVAZIONE E AGGREGAZIONE IN FILIERE DELLE PMI CULTURALI E CREATIVE, DELLA MANIFATTURA E DEL TURISMO.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO 

L’intervento intende sostenere in modo sinergico la domanda e l’offerta di servizi da parte delle imprese culturali e creative in connessione con il manifatturiero e il turismo, laddove operazioni di concezione, sviluppo e comunicazione dei prodotti e dei servizi possano avvalersi di contenuti e professionalità della cultura e della creatività capaci di veicolare al meglio i valori e i caratteri identitari del territorio marchigiano.

L’intervento si rivolge pertanto alle imprese della filiera culturale, turistica, creativa, dello spettacolo e delle produzioni tradizionali al fine di valorizzare le intersezioni settoriali e realizzare prodotti e servizi finalizzati all’arricchimento, diversificazione, qualificazione dell’offerta turistico – culturale nonché alla capacità di innovazione anche non tecnologica del manifatturiero.

SOGGETTI BENEFICIARI 

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando Imprese culturali e creative comprese Associazioni e Fondazioni, aventi i parametri dimensionali di PMI in forma singola o associata tra loro e con imprese del settore turistico e manifatturiero che abbiano avviato la loro attività da almeno tre anni alla data di presentazione della domanda. Sono consentite reti con la partecipazione di massimo 8 partner a condizione che almeno due di questi siano micro imprese.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI
Gli interventi potranno riguardare:

– Progetti aziendali di innovazione organizzativa e gestionale delle imprese operanti a vario titolo nell’ambito culturale e creativo (a titolo esemplificativo assetti, configurazioni, procedure, strumenti operativi e risorse umane, azioni di integrazione orizzontale e verticale, promozione, internazionalizzazione);
– Progetti di sviluppo di processi, prodotti e servizi innovativi da parte delle imprese culturali e creative in forma singola o in rete anche con le altre filiere produttive del territorio come ad esempio quelle della manifattura e del turismo, utili a migliorare l’integrazione tra il settore culturale e altri settori;
– Progetti di investimento quali acquisizione di mezzi di produzione ed insediamento di nuove attività che favoriscano la ‘cross fertilization’ tra i settori interessati in spazi attrezzati pubblici e privati.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE 
L’importo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto per i singoli beneficiari non può essere inferiore a € 50.000,00 e superiore a € 150.000,00, per gli associati non può essere inferiore a € 150.000,00 e superiore a € 400.000,00.

SCADENZA
Sono stati prorogati i termini per la presentazione della domanda dal 29 novembre 2019 alle ore 13:00 del 24 gennaio 2020.