POR FESR 2014/2020. AZIONE 3.1.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 60% PER FAVORIRE LA DIGITALIZZAZIONE DELLE MICRO IMPRESE UBICATE NEI COMUNI DELLE AREE INTERNE E NON COSTIERI.

DESCRIZIONE DEL BANDO

Il bando si propone di migliorare il livello di digitalizzazione delle micro imprese localizzate nei Comuni delle aree interne e non costieri, al fine di conseguire un potenziamento della base produttiva, il suo sviluppo tecnologico, la sua competitività e l’occupazione in generale.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di agevolazione le micro imprese in forma singola o associata (forma cooperativa o consortile) localizzate nei Comuni delle aree interne.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono considerati ammissibili gli investimenti diretti alla digitalizzazione delle micro imprese localizzate nei Comuni delle aree interne e non costieri che prevedano l’acquisto di software, hardware e servizi specialistici che consentano di:

– migliorare l’efficienza dell’impresa e l’organizzazione del lavoro;

– sviluppare soluzioni di e-commerce;

– fruire della connettività a banda ultralarga.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

A) acquisto di hardware;

B) acquisto di software, brevetti, licenze, programmi informatici;

C) prestazioni consulenziali e spese per l’introduzione o l’implementazione di innovazioni del sistema distributivo attraverso l’adozione di soluzioni tecnologiche e/o sistemi digitali (ad es.: soluzioni di digital/web marketing, siti internet, “e-business” e “e-commerce”, punto vendita digitale, ecc.).

ENTITA’ E FORMA DELL’ AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nella misura del 60% delle spese ammissibili.

Il contributo massimo concedibile è pari 5.000 euro e l’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 2.500 euro.

SCADENZA

Le domande potranno essere inviate dal 5 febbraio 2020 al 19 febbraio 2020.