POR FSE+ 2021/2027. Bando Arti e Creatività. Finanziamento a fondo perduto per azioni sperimentali per l’attivazione di laboratori formativi e divulgativi presso i Teatri e Cinema del Lazio.

Descrizione Bando

Promuovere l’organizzazione di iniziative formative e culturali realizzate dai Teatri e Cinema comunali e privati localizzati sul territorio della regione Lazio attraverso il coinvolgimento di Istituti scolastici e formativi e Dipartimenti Universitari del territorio.
E’ questa la finalità dell’avviso pubblico che, nel dettaglio, intende così sostenere progetti integrati di qualità che, da un lato mirino a promuovere la realizzazione e la diffusione di attività, laboratori in ambito teatrale, cinematografiche, televisive, opere web a contenuto narrativo, cortometraggi e documentari per lo sviluppo delle pratiche didattiche che, valorizzano le differenti attitudini di ciascuno, mirando a favorire l’apprendimento di tutti gli alunni e ad orientarne le scelte future e dall’altro potenzino le competenze pratiche relative al teatro, al cinema, alle tecniche di sceneggiatura, alla produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni.

Soggetti beneficiari

I soggetti proponenti degli interventi previsti dal presente avviso sono i Teatri e Cinema comunali, (Enti di gestione o Comuni stessi) e Teatri e Cinema privati localizzati sul territorio della regione Lazio in forma singola o associata (attraverso la costituzione di una ATS – Associazione Temporanea di Scopo).

Tipologia di interventi ammissibili

L’iniziativa prevede due ambiti di intervento:
Azione 1. 
“Laboratori formativi”: prevede la realizzazione di incontri laboratoriali di formazione, confronto e aggregazione sul teatro e sul cinema da realizzarsi presso i teatri e cinema comunali e privati del Lazio, o presso spazi idonei messi a disposizione da Istituti scolastici e formativi e Dipartimenti Universitari aderenti all’iniziativa. La stessa prevede da parte del soggetto proponente, l’elaborazione di un programma di attività che comprenda l’articolazione dei laboratori formativi, l’organizzazione nonché l’erogazione stessa dei laboratori formativi (comprensivo di eventuali project work, stage, partecipazione ad eventi, approfondimenti su opere cinematografiche, televisive, opere web a contenuto narrativo, cortometraggi e documentari), le attività di coordinamento, le attività di gestione e realizzazione del progetto.
Per garantire una maggiore diffusione del progetto all’interno del territorio regionale e per offrire maggiore sinergia tra i soggetti deputati, i teatri e i cinema possono proporre una divulgazione e fruizione trasversale, accessibile ai bambini come agli adulti di un percorso di visione di spettacoli rinforzando il loro ruolo, quale mezzo di espressione artistica e culturale.
Le proposte progettuali presuppongono quindi, in considerazione delle motivazioni culturali, didattiche, professionali che ne costituiscono il fondamento e lo scopo preminente, una precisa e adeguata programmazione didattica e culturale e si configurano come esperienze di apprendimento e di crescita della personalità nel suo complesso, rientranti tra le attività integrative del percorso di istruzione e di studio.
Azione 2. 
“Ciclo di seminari”: si caratterizza dalla realizzazione di seminari pratici, grazie al coinvolgimento delle figure professionali del mondo dello spettacolo teatrale, cinematografico e digitale, legati alle discipline istituzionali che costituiscono esperienze concrete di conoscenza del mondo del lavoro nei diversi settori lavorativi del teatro e della danza (dalle tecniche dell’attore e del danzatore all’organizzazione) del cinema (dalla sceneggiatura ai mestieri del set) e delle nuove tecnologie digitali applicate al mondo dello spettacolo (editing audio video, modellazione 3d, visual effect, ecc.). I suddetti seminari devono prevedere “momenti” dimostrativi per lo sviluppo delle professioni legate al mondo del teatro e del cinema.
Le iniziative ricomprese nell’azione 2 permetteranno agli studenti di incontrare il mondo del teatro e del cinema, per conoscere le tante professioni e maestranze che lo fanno vivere ancora oggi. Pertanto, dovranno essere realizzate attività che consentiranno ai partecipanti di affrontare e comprendere – direttamente sul campo – le peculiarità, le caratteristiche, gli aspetti principali delle diverse figure professionali di riferimento.
La proposta progettuale deve comporsi obbligatoriamente nella realizzazione dell’Azione 1 e dell’Azione 2 e deve avere una durata complessiva di 130 ore, di cui 30 ore dedicate all’attuazione dell’Azione 2. Ogni attività (Azione 1 + Azione 2) deve essere realizzata nell’arco temporale di 6 mesi, prevedendo il coinvolgimento di un gruppo di studenti formato da un minimo di 50 ad un massimo di 80 studenti.
I laboratori formativi possono essere realizzati presso spazi dei teatri/cinema oppure presso strutture idonee (classi, aule magne, palestre, etc.) messe a disposizione dagli Istituti scolastici e formativi e dai Dipartimenti Universitari.

Entità e forma dell’agevolazione

L’intervento è finanziato nell’ambito del PR FSE Plus 2021-2027, attraverso la Priorità “Giovani” – Obiettivo Specifico f) (ESO4.6), per un importo pari a € 2.000.000,00.
Per la realizzazione del progetto, che si compone dell’Azione 1 e dell’’Azione 2, il costo è di € 30.000,00.

Data attivazione

08/11/2022

Scadenza

Le proposte progettuali, complete di tutta la documentazione allegata richiesta, potranno essere presentate dalle 9:30 dell’8 novembre 2022 fino alle ore 17:00 del 13 dicembre 2022.