POR FSE 2021/2027. Obiettivo d). Finanziamento a fondo perduto per la realizzazione di interventi di consulenza, formazione e informazione nelle imprese sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Descrizione completa del bando

Il presente Avviso, finanziato nell’ambito della programmazione FSE + 2021/2027, coerentemente con gli indirizzi del suddetto Protocollo d’Intesa “Più Salute e Sicurezza sul Lavoro”, ha ad oggetto la realizzazione di interventi consulenziali, formativi/informativi rivolti alle imprese e ai lavoratori.

Gli interventi dovranno essere orientati a contrastare i rischi di infortuni gravi e mortali, alla prevenzione delle malattie professionali e all’adozione di modelli organizzativi e sistemi di gestione della sicurezza in funzione della tipologia dei codici attività – ATECO 2007 e delle macrocategorie di rischio individuate con l’Accordo adottato in Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano il 21 dicembre 2011:

 

– rischio basso: le aziende del settore servizi, pulizie, commercio, studi professionali, ambulanti, artigianato e turismo;

– rischio medio: le aziende dei settori agricoltura, silvicoltura e pesca, pubbliche amministrazioni, trasporti e magazzinaggio;

– rischio alto: le industrie edili, alimentari, tessili, metalmeccanica, manifatturiere (come pelletterie), chimiche, le raffinerie, le industrie che si occupano della gestione dei rifiuti, del compartimento sanità e dei servizi residenziali e poi spettacolo, grandi eventi e altri.

 

Le finalità principali dell’Avviso sono così sintetizzabili:

 

– favorire l’accesso delle imprese a sistemi organizzativi tecnicamente avanzati per la pianificazione e il coordinamento delle attività di prevenzione e gestione dei rischi legati alla sicurezza e alla salute, in ogni fase del ciclo produttivo;

– promuovere il ruolo attivo dei lavoratori e dei datori di lavoro per la diffusione di modelli comportamentali e l’acquisizione di specifiche capacità di gestione anche delle emergenze;

– assicurare la continua ricerca di soluzioni innovative e di strumenti organizzativi migliorativi delle condizioni di lavoro;

– accrescere la conoscenza dei principali fattori di rischio per la salute e la sicurezza sul lavoro, quali cause di infortuni gravi e delle malattie professionali con riferimento specifico al comparto cui appartiene l’impresa;

– favorire l’acquisizione da parte dei lavoratori di comportamenti adeguati alle procedure di sicurezza, alla gestione dei rischi e delle emergenze con riferimento specifico ai rischi specifici legati al comparto cui appartiene l’impresa e le misure specifiche messe in atto per prevenire tali rischi, nonché sulle procedure di sicurezza e di igiene di cui l’azienda si è dotata;

– fornire strumenti cognitivi e comportamentali per favorire l’autotutela dei lavoratori ai fini di una maggiore prevenzione;

– favorire l’acquisizione di capacità di gestione dei rischi nelle imprese;

– valorizzare degli Organismi Paritetici costituiti a norma, presenti nell’ambito regionale per la formazione dei lavoratori e dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS e RLST).

Soggetti beneficiari

I soggetti che possono proporre progetti nell’ambito del presente Avviso sono:

 

a) Imprese (anche in forma associata) aventi sede legale e operativa nella Regione Lazio oppure aventi sede legale fuori dal Lazio ma almeno una sede operativa ubicata nel territorio regionale. Si precisa che le imprese devono avere almeno una sede operativa al momento del pagamento del primo acconto e devono esercitare un’attività economica compatibile con le norme previste dal regime di aiuto del presente Avviso.

b) Organismi di Formazione professionale già accreditati per la macrotipologia “Formazione continua” o che hanno presentato domanda di accreditamento prima della presentazione della proposta ai sensi della normativa regionale per la Formazione Continua, in raggruppamento con le imprese coinvolte nell’intervento con il ruolo di capofila.

Tipologia di interventi ammissibili

Le proposte saranno finalizzate alla predisposizione e adozione di modelli organizzativi e sistemi di gestione sperimentali e innovativi (Azione 1) e alla realizzazione di interventi di formazione continua (Azione 2) per aggiornare ed accrescere le competenze dei lavoratori e dei datori di lavori, in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.

Entità e forma dell’agevolazione

L’iniziativa è cofinanziata con le risorse del FSE+ del POR Lazio 2021/2027.Le risorse complessivamente stanziate corrispondono ad € 5.000.000,00 (Eurocinquemilioni/00).

Il finanziamento massimo per ogni progetto è definito sulla base di fasce per dimensione d’impresa come da tabella a seguire:

 

Dimensione impresa Importo massimo del finanziamento
Fino a 10 dipendenti Euro 30.000
Da 11 a 50 dipendenti Euro 80.000
Oltre 50 dipendenti Euro 120.000

 

Scadenza

Le domande di erogazione di contributo devono essere presentate da martedì 8/03/2022, ore 9:30 a giovedì 07/04/2022 entro le ore 17:00.