Provincia autonoma di Trento. Bando Ripresatrentino. Misure a sostegno degli operatori economici per fronteggiare l’emergenza epidemica Covid-19

Descrizione completa del bando

Le misure attivate da Ripresatrentino sono:

  • la sospensione delle rate del mutuo/canoni leasing o la rinegoziazione di operazioni in essere;
  • l’attivazione di linee di finanziamenti “Plafond Ripresa Trentino” a favore di operatori economici;
  • servizio di supporto e consulenza gratuita sulle misure attuate.

Soggetti beneficiari

Possono aderire gli operatori economici che, in qualsiasi forma, esercitino imprese industriali, commerciali, turistiche, di servizi, artigiane o agricole, ovvero lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di partita IVA attiva che hanno subito un impatto negativo a seguito dell’emergenza legata al Covid-19.

L’impatto negativo è riscontrato al ricorrere di una delle seguenti situazioni:

 

  1. riduzione di almeno il 10% del fatturato e/o dei compensi nel Periodo di osservazione rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente;
  2. riduzione di almeno il 10% dell’andamento delle presenze e/o degli arrivi nel Periodo di osservazione rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente;
  3. riduzione di almeno il 10% delle prenotazioni/degli ordinativi nel Periodo di osservazione rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente;
  4. riduzione di almeno il 10% degli incassi da vendite/prestazioni nel periodo di osservazione rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Tipologia di interventi ammissibili

1. Sospensione delle rate o rigenerazione:

 

Banche ed Intermediari finanziari aderenti, su richiesta, riconoscono ai Beneficiari che ne facciano specifica richiesta la sospensione delle rate di mutui / canoni di leasing in essere alla data del 31 gennaio 2020 – consentendo l’opzione tra la sospensione dell’intera rata o quella della sola quota capitale – sino al dodicesimo mese dalla data di concessione, senza oneri aggiuntivi per il mutuatario.

In alternativa, Banche e Intermediari finanziari aderenti, su richiesta, riconoscono ai Beneficiari la rinegoziazione del debito. L’allungamento della durata è ammesso fino al massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento (alla data della presentazione della domanda), mantenendo invariate le modalità di calcolo previste nel contratto ed il tasso originario.

2. Attivazione di lineedi finanziamenti tramite “Plafond Ripresa Trentino”:

Banche, Fondo Strategico del Trentino-Alto Adige ed Intermediari finanziari aderenti al Protocollo si impegnano a rendere disponibili ai Beneficiari – a decorrere dal 1 aprile 2020 e sino al 31 dicembre 2020 – linee di finanziamento, per concorrere al fabbisogno (relativo ad investimenti e/o a capitale circolante) per l’emergenza legata al Covid-19 ( Plafond Ripresa Trentino).

I Beneficiari che attiveranno linee di finanziamento con le Banche e gli Intermediari finanziari aderenti e linee di finanziamento con il Fondo Strategico del Trentino-Alto Adige riceveranno un contributo in conto interessi dalla Provincia, determinato in ragione dei 24 mesi di durata dei finanziamenti.

3. Supporto e consulenza gratuita:

Banche e intermediari finanziari aderenti al Protocollo si impegnano a fornire agli operatori economici supporto e consulenza gratuita limitatamente alla preparazione di quanto necessario per le richieste di sospensione delle rate/rinegoziazione, di finanziamenti a valere sul Plafond Ripresa Trentino, di attivazione della garanzia del Confidi.

Entità e forma dell’agevolazione

Sintesi delle caratteristiche principali delle linee di finanziamento:

 

Operatore Economico Importo max del finanziamento Durata Tasso fisso massimo Contributo massimo Provincia
senza garanzia fidi 25.000 24 mesi 0,60% 0,60%
con garanzia fidi fino a 300.000 24 mesi 0,40% 0,40%
imprese più strutturate 300.000 – 1.500.000 24 mesi 0,90% 0,40%

 

Scadenza

Scadenza attualmente non prevista.