Provincia autonoma di Trento. Finanziamento a fondo perduto per le attività economiche danneggiate dalla calamità avvenuta in Val di Fassa nel 2022.

Descrizione Bando

Criteri, modalità e modulistica per richiedere i contributi e gli indennizzi a favore delle attività economiche danneggiate dall’evento calamitoso del 5 agosto 2022 nei Comuni di San Giovanni di Fassa – Sen Jan, Campitello – Ciampedél e Mazzin – Mazin.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le imprese appartenenti al settore industriale, commerciale, artigianale, alberghiero, turistico, compresi i rifugi alpini e i lavoratori autonomi iscritti nel Registro delle imprese di Trento o nel Repertorio economico amministrativo (R.E.A.) oppure in possesso di partita Iva qualora non tenuti all’iscrizione ai suddetti Registri.

Tipologia di interventi ammissibili

Rientrano tra le spese ammissibili:

  • la ricostruzione o la riparazione di beni immobili in disponibilità del soggetto richiedente che risultino danneggiati, distrutti, resi inagibili o inutilizzabili, nonché delle adiacenze e dei percorsi di accesso principale a detti beni immobili;
  • la sostituzione o la riparazione di beni mobili danneggiati (arredi, veicoli, attrezzature varie, etc.). La sostituzione o riparazione di impianti di tipo immobiliare (impianto elettrico, impianto riscaldamento, etc.), in assenza di ulteriori interventi sull’immobile, è assimilata ai beni mobili ai fini dei presenti criteri;
  • l’indennizzo per la perdita di scorte.

Entità e forma dell’agevolazione

Il Contributo è pari al 90% della spesa ammessa a titolo di de minimis per investimenti immobiliari – mobiliari e indennizzo per perdita di scorte.

L’indennizzo per la perdita di reddito nel periodo 6 agosto 2022 – 15 agosto 2022 é pari al 30% della spesa ammessa a titolo di de minimis.

Gli indennizzi per perdita di reddito sono erogati in un’unica soluzione successivamente all’esecutività del provvedimento di concessione.

Scadenza

2 gennaio 2023