PSR 2014/2020. AZIONE 8.5.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 100% PER ACCRESCERE RESILIENZA E PREGIO AMBIENTALE DEGLI ECOSISTEMI FORESTALI.

DESCRIZIONE DEL BANDO

Attraverso tali interventi l’operazione favorisce anche l’adozione di tecniche selvicolturali innovative volte a garantire la stabilità e la conservazione delle foreste alpine, la conservazione della biodiversità ed il rispetto dei principi della gestione forestale sostenibile.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo i proprietari e/o gestori di foreste private e/o pubbliche, singoli o associati.

Con il termine di gestori si intendono le persone fisiche o i soggetti di qualunque forma giuridica, che abbiano la completa disponibilità delle superfici inserite a domanda. Sono considerati gestori:

  • gli affittuari;
  • altri soggetti che in base ad atti o contratti già esistenti, o stipulati ai fini dell’ammissione ai benefici della presente Operazione, abbiano la titolarità giuridica ad assumerne gli impegni e a compiere le azioni conseguenti.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Investimenti che contribuiscono ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali e spese generali collegate. In particolare sono ammesse spese per i seguenti interventi:

  • interventi selvicolturali, compresi eventuali interventi fitosanitari, di rinaturalizzazione dei popolamenti forestali in base alle tipologie forestali potenziali e in favore della rinnovazione naturale;
  • realizzazione di misure e di azioni di miglioramento, restauro e riqualificazione del patrimonio forestale naturale;
  • adozione di tecniche di lavorazione ed esbosco rispettose dell’ambiente e del suolo;
  • realizzazione di attività puntuali quali diradamento, potatura, rimboschimento, rinfoltimento o sostituzione di specie forestali, purché effettuate utilizzando specie autoctone, con valore ecologico più elevato di quelle, non autoctone, aliene o non adatte alle condizioni pedoclimatiche del luogo, presenti prima dell’intervento;
  • valorizzazione delle superfici forestali in termini di pubblica utilità a fini ricreativi, turistici, didattici e culturali.

Saranno ammesse al finanziamento le seguenti tipologie di spese:

  • le spese relative ad acquisto di terreni boscati;
  • spese per interventi selvicolturali a macchiatico negativo;
  • costruzione, acquisizione, incluso il leasing, o miglioramento di beni immobili strettamente funzionali alla realizzazione degli interventi;
  • spese per investimenti materiali in opere di sistemazione idraulico-forestali e ingegneria naturalistica, di ricostituzione di aree aperte all’interno dei boschi e di valorizzazione in termini di pubblica utilità;
  • adozione di tecniche di lavorazione ed eventuale esbosco rispettose dell’ambiente e del suolo;
  • le spese di progettazione, la consulenza tecnica e la direzione lavori;
  • spese per l’informazione e la pubblicità;
  • acquisizione di servizi strettamente funzionali alla realizzazione degli interventi.

ENTITA’ E FORMA DELL’ AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto fino al 100% dei costi ammissibili.

L’importo massimo del contributo erogabile sarà pari a € 350.000 per ogni domanda di sostegno. L’importo minimo della spesa ammissibile per ogni domanda di sostegno è pari a € 50.000.

SCADENZA

4 febbraio 2020