PSR 2014-2020. MISURA 16.9.01. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 60% PER L’ AGRICOLTURA SOCIALE IN AZIENDE AGRICOLE.

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO

Il tipo di operazione sostiene la cooperazione tra enti pubblici e aziende agricole per mettere a disposizione della collettività strutture aziendali agricole adeguatamente ristrutturate in funzione dei servizi sociali e assistenziali, previsti dalla programmazione comunale.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare degli aiuti di cui al presente avviso gli imprenditori agricoli, singoli o associati.

Le imprese agricole, inoltre, devono:

– avere quale attività o oggetto sociale l’esercizio dell’attività agricola;

– essere iscritte ai registri della C.C.I.A.A. nella sezione imprese agricole;

– risultare iscritte all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole con fascicolo digitale formalmente completo e validato;

– avere, in caso di società, durata del contratto societario almeno pari a quella del periodo di vincolo di destinazione delle opere.

TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI

Sono ammessi a sostegno gli investimenti per l’adeguamento delle aziende agricole al fine di realizzare progetti di cooperazione pubblico/privato consistenti in un servizio socioassistenziale alla popolazione.

Sono ammesse le seguenti spese:

a) interventi di costruzione, ristrutturazione, ampliamento di fabbricati aziendali da destinare alle attività sociali/assistenziali;

b) acquisto di attrezzature relative all’attività sociale/assistenziale;

c) spese di elaborazione del progetto socio-assistenziale nel limite massimo del 5% della spesa complessiva ammissibile relativa agli investimenti di cui alle lettere a) e b);

d) spese generali e tecniche nel limite massimo del 10% della spesa complessiva ammissibile relativa agli investimenti di cui alle lettere a) e b).

ENTITA’ E FORMA DELL’ AGEVOLAZIONE

Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 60% della spesa ammissibile a contributo e sarà calcolato ed erogato nel rispetto delle norme fissate per gli aiuti “de minimis”.

SCADENZA

Proroga termina dal 30/09/2019 al 15/11/2019