PSR 2014/2020. MISURA 3.1.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 100% PER IL SOSTEGNO ALLA NUOVA PARTECIPAZIONE A SISTEMI DI QUALITÀ

DESCRIZIONE COMPLETA DEL BANDO 

E’ stato pubblicato l’avviso pubblico concernente modalità e criteri per la concessione degli aiuti previsti dalla MISURA 3 – Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari – Sottomisura 3.1 – Intervento 3.1.1 – Sostegno alla nuova partecipazione a sistemi di qualità.

La Misura 3 – Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari – del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Umbria intende favorire a livello regionale la qualificazione delle produzioni e la loro valorizzazione sul mercato. Con la misura si intende incentivare gli agricoltori Umbri a riconvertire le produzioni indifferenziate in produzioni di qualità riconosciuta e riconoscibile sul mercato.

SOGGETTI BENEFICIARI

Agricoltori in attività che possiedono almeno un’unità produttiva nel territorio regionale nella quale vengano attuate le produzioni soggette a certificazione.

TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili al sostegno sono quelle sostenute dopo la comunicazione di ammissione relative alle seguenti operazioni:
– Costi di prima iscrizione e contributo annuo di partecipazione al regime di qualità sovvenzionato;
– Costi sostenuti per i controlli e le analisi intesi a verificare il rispetto delle condizioni prescritte dal regime di qualità.

ENTITÀ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

Il contributo è concesso nella misura pari al 100% della spesa sostenuta e fino ad un massimo di 3.000 euro/anno/azienda. Il sostegno è limitato ad un massimo di cinque anni e riguarda le spese sostenute nell’anno solare di prima iscrizione al regime e quelle sostenute nei 4 anni solari successivi, comunque non oltre il 31 dicembre 2022.
Sono ammesse le spese relative alla partecipazione contemporanea a più sistemi di qualità, sempre nel rispetto del massimale pari a 3.000,00 euro per azienda per anno.

Scadenza

Le domande di pagamento per le ulteriori 4 annualità vanno sempre presentate entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui si è sostenuta la spesa. Il termine ultimo di pagamento degli aiuti è fissato al 31 dicembre 2023.

FINO AD ESAURIMENTO FONDI