POR FESR 2014/2020. Misura 3.1.1. Finanziamento a fondo perduto per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale. Bando Salute e sicurezza sul lavoro.

Descrizione Bando

Il bando prevede la concessione di un contributo pari al 50% dell’investimento ammissibile e nella misura massima di 100 mila euro a domanda, per le imprese che investono in salute e sicurezza sul lavoro, oltre il livello minimo previsto dalle normative in materia. Lo strumento rientra nell’azione 3.1.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020, ed è destinato alle micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata che esercitano un’attività economica nei comparti delle costruzioni, logistica e  manifatturiero.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di  le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata (forma cooperativa o consortile) che esercitano un’attività economica di cui alla classificazione ATECO 2007, tra quelle indicate come ammesse di seguito:

SEZIONE C – ATTIVITÀ MANIFATTURIERE (Divisioni da 10 a 33) Ammessa tutta la sezione

SEZIONE F – COSTRUZIONI (Divisioni da 41 a 43) Ammessa tutta la sezione

SEZIONE H – TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO (Divisioni da 49 a 53) Ammessa tutta la sezione

Tipologia di interventi ammissibili

Sono considerati ammissibili gli interventi specificatamente indirizzati ad aumentare il livello di salute e sicurezza dei lavoratori oltre il livello minimo previsto dalle normative in materia.

Il progetto di investimento deve aumentare il livello di sicurezza dei lavoratori e/o diminuire il rischio nella movimentazione e magazzinaggio materiali e/o sostanze pericolose all’interno dell’area di attività dell’impresa oltre il livello minimo previsto dalle normative in materia, con particolare riferimento a miglioramenti rispetto ai Piano operativi di sicurezza POS, ai Piani di sicurezza e coordinamento PSC , ai documenti di valutazione dei rischi DVR e documenti di valutazione dei rischi di interferenza DUVRI redatti ai sensi di legge.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa direttamente correlate alla finalità di aumentare il livello di salute e sicurezza dei lavoratori:

A) opere edili ed impiantistiche, ivi comprese tutte le attività per oneri tecnici dalla progettazione al collaudo;

B) acquisto di macchinari, impianti produttivi ed attrezzature varie.

C) prestazioni consulenziali e/o acquisto (es. cessione della proprietà o dell’uso) di software, brevetti, licenze, know-how, strettamente inerenti allo scopo, nel limite del 20% dell’investimento complessivo ammissibile.

Entità e forma dell’agevolazione

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50% della spesa ammissibile.

L’investimento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 40.000,00 euro.

L’importo massimo del contributo concedibile non può superare 100.000 euro.

Data attivazione

27/09/2022

Scadenza

Presentazione della domanda sarà attiva in modalità offline dal 20 settembre. La domande possono essere presentate dal 27 settembre fino al 11 ottobre 2022.