PSR 2014/2020. Misura 6.4. Operazione A. Azione 1. Finanziamento a fondo perduto per lo sviluppo di attività non agricole nel settore dell’agriturismo.

Descrizione Bando

La sottomisura si pone l’obiettivo di sostenere azioni volte a sviluppare o migliorare la capacità di accoglienza turistica da parte delle aziende agricole multifunzionali consentendo loro sia di accrescere le proprie potenzialità economiche sia, contestualmente, di sostenere lo sviluppo economico e sociale delle aree in cui le stesse aziende sono localizzate.

In particolare, attraverso gli investimenti nel settore dell’agriturismo si intende sviluppare, accrescere e consolidare l’offerta dei “saperi” che il mondo rurale è in grado di proporre quali ad esempio la cultura enogastronomica regionale soprattutto attraverso le produzioni di qualità, le bellezze ambientali del territorio, il patrimonio storico ed architettonico locale.

A tal fine le finalità che si intendono perseguire sono:

– la qualificazione dell’accoglienza turistica attraverso un miglioramento della qualità dei servizi da parte delle aziende agrituristiche;

– l’introduzione di servizi innovativi attraverso la messa a disposizione di nuovi modelli di ospitalità e lo sviluppo delle attività complementari, didattiche, ricreative e sportive volte ad ottenere un aumento del numero degli ospiti e la loro permanenza.

Soggetti beneficiari

I soggetti richiedenti debbono essere imprenditori agricoli ed essere in possesso dell’iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili gli investimenti che rispettino le seguenti condizioni:

➢ gli investimenti dovranno essere realizzati sul territorio della Regione Marche e la superficie aziendale ricadente nel territorio regionale dovrà da sola garantire il rispetto dei requisiti di ammissibilità;

➢ essere riconducibili alle tipologie di attività agrituristiche inserite nel certificato di iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici e alle dimensioni delle stesse attività corrispondenti riconosciute. Nel caso di tipologie non previste nel certificato di iscrizione, i relativi investimenti saranno completamente stralciati; mentre nel caso di quantificazione o di periodi di attività difformi gli investimenti saranno ridotti pro quota riducendo, conseguentemente, il tempo riconosciuto come aumento dell’occupazione;

➢ siano finalizzati e funzionali all’esercizio dell’agriturismo;

➢ facciano riferimento alla trasformazione di locali e/o edifici esistenti sul fondo, da destinare alla fornitura di uno più servizi tra quelli di seguito indicati: – ospitalità e/o somministrazione di alimenti e bevande, – attività o servizi complementari – attività didattiche;

➢ prevedano la realizzazione di:

– percorsi didattici/sportivi/escursionistici/ricreativi

– strutture ricreative – strutture sportive

– spazi attrezzati

➢ i servizi devono essere di dimensione e caratteristiche compatibili con l’attività agricola dell’azienda e con la dotazione strutturale ed infrastrutturale delle aree rurali.

In particolare, sono ammissibili i seguenti investimenti:

1. Opere edili di recupero dei fabbricati aziendali esistenti da destinare all’attività agrituristica

2. Realizzazione e/o adeguamento degli impianti tecnologici (termico – idrosanitario – elettrico etc.)

3. Sistemazioni di aree esterne da destinare a piazzole per la sosta in spazi aperti di tende, roulotte e caravan

4. Realizzazione di percorsi didattici/sportivi/escursionistici/ricreativi all’interno dell’azienda agricola.

5. Realizzazione di strutture sportive

6. Acquisto di arredi ed attrezzature necessarie e strettamente funzionali allo svolgimento.

7. Spese generali.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria assegnata al bando corrisponde a € 4.000.000,00.

L’aiuto verrà riconosciuto, in conto capitale, con le modalità stabilite dal regime «de minimis». Sono aiuti in “de minimis” le sovvenzioni pubbliche concesse ad una medesima impresa che non superino i 200.000,00 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

L’entità massima di aiuto che è possibile riconoscere per le diverse tipologie di intervento, relativamente ad ogni progetto approvato, è pari a 200.000,00 euro.

L’intensità massima del contributo è pari al 50%.

Data attivazione

24/01/2023

Scadenza

La domanda di sostegno può essere presentata a partire dal giorno 24 gennaio 2023 e fino al giorno 19 aprile 2023 ore 13,00, che costituisce termine perentorio.